+39 0424560243
info@la-pagoda.it

Storia

L’attività della Pagoda inizia nel 1974, quando tre soci decidono di mettere assieme le proprie competenze artigianali e commerciali, che nel corso degli anni avevano maturato nelle botteghe del territorio, iniziando un proprio percorso nel campo dell’argenteria.

A metà anni Novanta l’azienda cambia vertici, a rilevarla è una dei tre soci Ada Gnoato. In questa avventura imprenditoriale Ada è affiancata dal marito Antonio e dai figli Gianni e Primo Loro, quest’ultimi erano responsabili della fase di produzione, sviluppo progetti e dell’area commerciale e marketing.

Le conoscenze acquisite negli anni della tradizione manifatturiera veneta, sono di grande slancio per cogliere la tendenza del momento, permettendo alla Pagoda di crearsi uno stile ben presto apprezzato da una clientela esigente.

I “prodotti” realizzati all’interno della Pagoda, sono perfettamente orchestrati fra loro, frutto di accurate progettazioni e di un accurato controllo delle diverse fasi operative della lavorazione dell’argento. Non dimenticando l’abilità dei nostri artigiani che sin dall’inizio maturano la loro carriera in azienda.

La nuova organizzazione societaria all’interno della Pagoda, permette di affinare la lavorazione. Crescendo sia tecnologicamente, aumentando la rete distributiva ma non tralasciando l’artigianalità, permettono alla Pagoda di diventare un marchio conosciuto ed apprezzato in Italia e all’estero.

 

TERRITORIO

L’azienda sorge a Tezze sul Brenta, un paese in provincia di Vicenza confinante con le vicine province di Padova e Treviso. La zona è attraversata dal fiume Brenta, uno dei principali corsi d’acqua del Nord Italia. La ricchezza di acqua favorisce lo sviluppo di un distretto d’eccellenza di lavorazione dell’argento.

La qualità dei maestri di questo territorio varca i confini italiani e si estende fino alle grandi corti europee e del Nuovo mondo. La lavorazione dell’argento nel territorio Veneto risale dalla metà dell’VIII secolo, dove nella provincia di Padova si sviluppa una forte tradizione della lavorazione e cesellatura del metallo di luna, con le scuole della Bottega degli Angeli  ed i punzoni della Serenissima, a capo della quali c’erano i maestri Angelo Scarabello e Sante Benato.

La maggior produzione ancora oggi è sviluppata nel territorio, soprattutto nelle vicine provincie. Viene prodotto quasi il 45% dell’argento nazionale (a fronte del 60% prodotto dall’intera regione). La produzione complessiva è costituita da argento massiccio ad esclusione di utilizzo vengono utilizzati dei materiali sostitutivi come per esempio bilaminato o il silver plate.

Le produzioni artigiane del territorio traggono origine dall’antica tradizione argentiera veneta, la manualità acquisita si traduce nella pulitura, limatura, polimentatura e cesellatura del metallo di luna.